superamento del limite di finanziabilità (cass. 1193/2020)

superamento del limite di finanziabilità (cass. 1193/2020)

CASSAZIONE CIVILE, SEZ. I, 21 GENNAIO 2020 N. 1193: IL SUPERAMENTO DEL LIMITE DI FINANZIABILITÀ EX ART. 38 T.U.B. COMPORTA LA NULLITÀ DEL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO

La Suprema Corte di Cassazione, con la recente sentenza n. 1193/2020, ha preso posizione sulla questione del superamento del limite di cui all’art. 38 T.U.B.

Nello specifico, la Suprema Corte ha inteso dare continuità al principio, ormai consolidato nella propria giurisprudenza, secondo cui ” il limite di finanziabilità ex art. 38, secondo comma, è elemento essenziale del contenuto del contratto, e il suo mancato rispetto determina la nullità del contratto stesso, costituendo un limite inderogabile all’autonomia privata in ragione della natura pubblica dell’interesse tutelato, volto a regolare il quantum della prestazione creditizia al fine di favorire la mobilizzazione della proprietà immobiliare e agevolare e sostenere l’attività di impresa“.