TRIBUNALE PADOVA, 16 LUGLIO 2020: NULLITà DELLE OPERAZIONI C.D. “BACIATE”, nessuna ripetizione ex art. 2033 c.c.

TRIBUNALE PADOVA, 16 LUGLIO 2020: NULLITà DELLE OPERAZIONI C.D. “BACIATE”, nessuna ripetizione ex art. 2033 c.c.

Con il recente arresto del 16 luglio 2020 il Tribunale padovano ha affermato che in caso di dichiarata nullità delle operazioni c.d. “baciate”, perché effettuate in violazione dell’art. 2358 c.c., non può applicarsi la disciplina dell’indebito oggettivo ex art. 2033 c.c.

Nello specifico, il ragionamento svolto dal Collegio di prime cure si fonda sulla considerazione che se in forza della nullità del finanziamento l’istituto di credito è titolare di un credito restitutorio del capitale versato dal cliente, quest’ultimo, in forza della nullità dell’acquisto delle azioni, è specularmente titolare del credito restitutorio delle somme versate quale prezzo delle azioni: pertanto, il credito dell’istituto ed il credito del cliente si annullano reciprocamente, non residuando alcuno spazio per eventuali richieste di ripetizione dell’indebito.

Tribunale Padova, 16 luglio 2020