Tribunale Venezia 26 Marzo 2020: ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CENTRALE DEI RISCHI e Possibilità di un ricorso d’urgenza al tribunale

Tribunale Venezia 26 Marzo 2020: ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE IN CENTRALE DEI RISCHI e Possibilità di un ricorso d’urgenza al tribunale

Il recente arresto del Tribunale veneziano datato 26 marzo 2020 conferma la possibilità di reagire alla illegittima segnalazione in centrale dei rischi ad opera dell’intermediario.

Nello specifico, infatti, è stato affermato che la mancata comunicazione/notificazione del preavviso di segnalazione in centrale dei rischi da parte dell’intermediario, come invece previsto ex art. 125, co. 3 TUB, dall’art. 4, co. 4 del D.lgs 196/2003 nonché dalla circolare 139 dell’11/02/1991 della Banca d’Italia, legittima l’emissione di un provvedimento ex art. 700 c.p.c., reso inaudita altera parte, con il quale si intima all’intermediario stesso di cancellare immediatamente/rettificare il nominativo del correntista alla Centrale Rischi della Banca d’Italia/CRIF, con efficacia retroattiva dalla segnalazione.

Tribunale Venezia, 26 marzo 2020